<>Galver Srl
logo
logogalver
logokiwa9100iaf-id3
nadcap1-galversrl
logotcl14001

AZIENDACONTATTI

​Via Anime Sante SNC 03023 - Ceccano (FR)

TELEFONO: +39 0775.600948

​FAX: +39 0775.623149

EMAIL: info@galversrl.it

P. IVA 02882860600

Impianto per trattamenti galvanici
nadcap2-galversrl

linkedin

Privacy & Cookie Policy

webidoo-logo-footer

Farmed by WEBIDOO

Trattamenti galvanici

La Galver srl ha introdotto nel 2014 un impianto per trattamenti galvanici di preparazione all'incollaggio di parti aeronautiche. L’impianto, completamente automatizzato e costituito da 15 vasche più un forno di asciugatura, consente la gestione dei cicli di produzione tramite PLC, con controllo costante dei parametri di processo come temperatura, tempo di immersione e livello delle soluzioni nelle vasche, garantendo il pieno rispetto delle specifiche del Cliente. Con dimensioni utili  delle vasche 1500x700xh800, è possibile eseguire i processi di attacco chimico di seguito riportati.

 

 

 

 

Sgrassaggio in fase vapore

La Galver Srl dispone di una macchina per lo sgrassaggio in fase vapore (fase preliminare di ciascun trattamento galvanico). Il solvente utilizzato è percloroetilene conforme a ASTM D4376 e le dimensioni utili del cestello porta-pezzi sono 1500 x 500 x h500.

 

Attacco con acido solforico e bicromato di sodio di Alluminio e sue leghe

 

L’attacco con acido solforico e bicromato di sodio asporta le scaglie e gli ossidi dalle superfici di alluminio. E’ un trattamento utilizzato per la disossidazione di superfici in alluminio che devono essere successivamente incollate oppure spalmate con sottofondo per adesivo (primer). Le leghe trattate sono: 2014 - 2024 - 5056 - 5086 - 6013 - 7050 - 7075 - 7475.

 

Decapaggio all'acido solforico di acciaio inox serie 300

 

Gi acciai inossidabili grazie all'elevato contenuto di cromo in lega si ricoprono spontaneamente di uno strato di ossido di cromo, molto sottile, compatto, trasparente e aderente alla superficie: tale strato preserva gli acciai inossidabili dall'aggressione dell'ambiente circostante e ne garantisce la resistenza alla corrosione. Tuttavia, affinché il meccanismo della passivazione possa verificarsi e mantenersi stabile nel tempo, è necessario che lo stato superficiale dell'acciaio sia esente da qualisiasi elemento che possa ostacolarne o ritardarne l'innesto.

​E’ questo il caso di ossidi di saldatura o ossidi dovuti ad alterazioni termiche, sostanze contaminanti (ad esempio particelle derivanti da altri materiali metallici), sporcizia di varia natura (grassi, olii ecc...), che possono provenire dal ciclo tecnologico delle lavorazioni a cui il materiale di base è stato sottoposto per arrivare al componente finito, o più semplicemente, possono dipendere da una cattiva movimentazione o stoccaggio. Affinché il manufatto in acciaio inossidabile possa garantire appieno le proprietà anticorrosive, è necessario che la sua superficie sia adeguatamente ripulita e preparata per espletare nel miglior modo possibile le proprietà di passivazione.

JTdCJTIyaXQlMjIlM0ElMjIlMjBEZWNhcGFnZ2lvJTIwYWxsJUUyJTgwJTk5YWNpZG8lMjBzb2xmb3JpY28lMjBkaSUyMGFjY2lhaW8lMjBpbm94JTIwc2VyaWUlMjAzMDAlRTIlODAlOEIlMjIlMkMlMjJlbiUyMiUzQSUyMlN1bGZ1cmljJTIwYWNpZCUyMHBpY2tsaW5nJTIwb2YlMjAzMDAlMjBzZXJpZXMlMjBzdGFpbmxlc3MlMjBzdGVlbCUyMiU3RA==
Rimozione dello strato di ossido superficiale

Il trattamento di decapaggio all’acido solforico ha lo scopo di rimuovere lo strato di ossido superficiale, o di altri contaminanti, incrementando al tempo stesso la porosità della superficie trattata e favorendo l’adesione. Acciai della serie 300 che possono essere sottoposti a trattamento sono: 301, 302, 316, 321 e 347.

Sabbiatura ad umido

 

La tecnologia della sabbiatura ad umido in prevede l'utilizzo di acqua come componente o come veicolo per portare le particelle di abrasivo contro la superficie da trattare, eliminando così la formazione di polvere che si sviluppa durante l'impatto. Questo tipo di sabbiatura consiste nell’indirizzare sulla superficie da trattare una miscela di aria-abrasivo-acqua: l’azione del materiale abrasivo pulisce a fondo le superfici metalliche togliendo tutte le scaglie di laminazione e le impurezze presenti. Oltre ad una azione di pulizia della superficie metallica, la sabbiatura modifica la rugosità superficiale, elimina le irregolarità che derivano dai processi di produzione primaria, aumentando l’area superficiale di successivo incollaggio e favorisce in tal modo l’adesione. La Galver dispone di una granigliatrice con dimensioni utili della cabina 990 x 990 x h1100. E’ possibile trattare leghe di alluminio, rame, nichel, acciaio inox serie 300.​

Sabbiatura a secco

 

​Il trattamento di sabbiatura a secco consiste nel soffiare contro la superficie da pulire un getto di materiale abrasivo (ossido di alluminio o quarzo) a pressione controllata, così da  preparare la stessa superficie alla successiva verniciatura o all’applicazione di un trattamento protettivo. Il getto abrasivo a secco può essere utilizzato per preparare acciai inossidabili serie 300, 400, A286, PH e acciai al carbonio.

 

​Ossidazione Anodica (Sigillata e Non Sigillata)

 

Il trattamento di ossidazione anodica è un processo elettrochimico volto alla creazione di uno strato stabile di ossido sulla superficie di parti in alluminio e leghe di alluminio. Le parti da trattare vengono immerse in una soluzione acida dove, attraverso un passaggio di corrente continua, l’ossigeno che si sviluppa, si combina con gli atomi di alluminio a formare uno strato di ossido a crescita controllata. Il tipo di elettrolita, oltre alle condizioni di processo, determina le proprietà dello strato anodico, ed in particolare la sua porosità. La Galver Srl può eseguire il trattamento di ossidazione anodica all’acido cromico non sigillata, e, se richiesto, è anche in grado di sigillare le porosità dello strato di ossido mediante opportuno post-trattamento. I rivestimenti anodici vengono realizzati per uno o più dei seguenti scopi:

 

  • Migliorare la resistenza a corrosione
  • Migliorare la resistenza ad usura ed abrasione
  • Incremento della capacità adesiva delle superfici
  • Migliorare la lavorabilità di alcune leghe critiche

 

Trattamento di conversione chimica di cromatazione delle leghe di alluminio

 

Questo trattamento permette di migliorare  la  resistenza  alla  corrosione e le proprietà di aderenza della vernice all’alluminio e alle sue leghe. Può essere utilizzato su superfici interne,  dove l’applicazione di una finitura organica non è necessaria o fattibile, o per riparare rivestimenti anodici danneggiati.

Di norma, rivestimenti leggeri sono utilizzati dove è richiesta continuità elettrica. Il prodotto utilizzato è Bonderite M-CR 1200S Aero (ex Alodine 1200S) e l’applicazione può essere effettuata con duplice modalità:

 

  • Pennello o panno (applicazione localizzata);
  • Immersione (quattro vasche della linea galvanica sono dedicate alla disossidazione preliminare e al trattamento di conversione dei particolari).
Come creare un sito web con Flazio